Martedì, 08 Settembre 2020 07:58

La formazione Blended: tanti benefici e meno costi.

Condividi!

Progettare un corso in modalità Blended (o mista) prevede la combinazione di attività in aula e apprendimento online. Se praticato correttamente, il Blended Learning combina il meglio di entrambi i mondi e grazie alle tecnologie di comunicazione digitale oggi puo’ consentire costi contenuti e tempi rapidi di implementazione.

Allora, cos'è l'apprendimento misto?

Come suggerisce il termine "misto", l'apprendimento misto si riferisce a un approccio a metodi misti e integra quindi vari componenti in un concetto globale. Questo può essere progettato in diversi modi: una parte di apprendimento autonomo da parte dell’utente che può avvenire, ad esempio, attraverso l’accesso a una area riservata della piattaforma E-learning in uso e alla fruizione di contenuti (video, presentazione, documentazione, ecc.) arricchiti da test di autovalutazione; una parte invece prevede che i partecipanti al corso si incontrino per eventi interattivi faccia a faccia. I metodi di apprendimento tradizionali e digitali sono combinati in modo tale da creare un ambiente di apprendimento complesso e diversificato che aumenta in modo significativo la motivazione ad apprendere. La frequenza delle lezioni frontali o interattive è un supplemento e il loro scopo principale è dare ai partecipanti l'opportunità di testare le conoscenze acquisite attraverso la discussione e il confronto con gli altri utenti o con il docente/tutor.

Apprendimento misto: solo un trend?

Fin dall'inizio, il Blended Learning è stato un argomento controverso. I suoi critici lo consideravano un tend di breve durata la cui praticabilità non era affatto dimostrata. Ma oggi invece questa controversia è stata risolta e il Blended Learning è stato adottato nelle aziende, nell'istruzione superiore e nella formazione avanzata. Gli utenti e le aziende che utilizzano il Blended Learning per formare i propri dipendenti hanno una serie di vantaggi.

I vantaggi del Blended Learning per le aziende:

  • Le aziende risparmiano una cifra considerevole utilizzando il Blended Learning: ciò significa che i materiali di apprendimento digitale non solo possono essere sviluppati e resi disponibili a basso costo, ma anche eventi di apprendimento digitale possono essere progettati in modo conveniente.
  • Inoltre, vengono eliminati i costi indiretti degli eventi di formazione fuori dal lavoro, come i costi di viaggio e alloggio, ma anche i costi che derivano dalla perdita di produttività.
  • Il Blended Learning è un apprendimento agile: può essere adattato alle esigenze dell'azienda. Ad esempio, le aziende sono in grado di supportare nuovi progetti con breve preavviso attraverso progetti di Blended Learning e raggiungere così tutti i dipendenti coinvolti.
  • Il Blended Learning può avvenire indipendentemente dalla sede: in questo modo, offre ai dipendenti le stesse opportunità di formazione in tutte le sedi aziendali, possibilmente anche su scala globale.

I vantaggi del Blended Learning per gli utenti:

  • I partecipanti traggono vantaggio dal fatto che il Blended Learning è ampiamente indipendente dal tempo e dal luogo. I partecipanti imparano nei momenti più adatti a loro e in qualsiasi luogo: a casa, in viaggio o al lavoro.
  • Imparano al proprio ritmo e spesso possono impostare le proprie priorità di apprendimento.
  • Il Blended Learning consente una progettazione metodica e didattica flessibile. Ciò rende l'apprendimento individuale più vario e interessante.
  • A causa della varietà dei mezzi di apprendimento, il Blended Learning si rivolge a diversi tipi di utenti in modo ottimale.

Tuttavia, il Blended Learning porta in dote anche alcuni rischi a cui vale la pena fare attenzione ma che possono trovare soluzione adottando alcune strategie: la maggior parte dei partecipanti al corso infatti impara da sola davanti ai propri computer. I legami sociali tra discenti e tra insegnanti e discenti possono quindi svilupparsi solo in misura limitata. Anche la motivazione degli studenti può risentirne. Allo stesso modo, non si può escludere un "apprendimento errato", poiché i tutor hanno poca influenza sul processo di apprendimento effettivo.

La presenza di un tutor in questi casi rinforza il concetto di “personalizzazione” della formazione, agevola la verifica degli apprendimenti e consente di fare sentire il partecipante effettivamente parte di un gruppo.

L'integrazione di un concetto di Blended Learning in azienda.

Le aziende che desiderano utilizzare metodi di Blended Learning per formare i propri dipendenti possono massimizzare il successo della loro formazione attraverso una preparazione ottimale.

Ciò comprende:

  • Un'analisi puntuale dei bisogni formativi dell'azienda e di specifici gruppi di dipendenti.
  • La selezione specifica del gruppo target di contenuti di apprendimento e obiettivi di apprendimento.

La decisione di incorporare un mix di metodi che soddisfino in modo ottimale i requisiti e le richieste del rispettivo gruppo target. Qui, ad esempio, si tratta di definire la relazione tra apprendimento digitale, eventi faccia a faccia e supporto individuale da parte di tutor o coach. Inoltre, le risorse di apprendimento disponibili devono essere definite, create o acquisite.

È importante che specifiche offerte di Blended Learning siano compatibili con i sistemi di gestione dell'apprendimento esistenti e che questi sistemi possano essere scalati come richiesto. Inoltre, il Blended Learning richiede una valutazione continua e un monitoraggio del successo. Positive esperienze con il Blended Learning sono state fatte in particolare da aziende che riescono a realizzare una buona integrazione tra autoapprendimento e corsi faccia a faccia e moderano attivamente anche il processo di apprendimento virtuale dei propri dipendenti.

Il futuro di un buon mix

Il Blended Learning consente di utilizzare i migliori metodi del mondo digitale e analogico per una formazione sostenibile e individuale. È ideale per espandere la sostenibilità del panorama di apprendimento delle aziende e di altre organizzazioni. Questa forma di apprendimento promuove competenze indispensabili nell'era digitale e nell'ambiente di lavoro 4.0. Attraverso questo quadro, ad esempio, si acquisiscono forme di apprendimento e lavoro complesse, interconnesse e insegnate digitalmente, che svolgono anche un ruolo sempre più importante nella collaborazione sul posto di lavoro. Le ultime possibilità digitali si riflettono anche nello sviluppo del Blended Learning stesso, ad esempio attraverso una forte tendenza verso il social learning e il mobile learning. Non perdere il Corso Master “Digital Learning Executive”, finanziabile con fondi interprofessionali, che partirà nel mese di ottobre 2020. Acquisirai le competenze tecniche e metodologiche per progettare, organizzare, promuovere efficacemente la formazione online per la tua azienda. 

Master "Digital Learning Executive"


Vai alla pagina dedicata
Altro in questa categoria: « Nuovi asset per ripartire