Stampa

Competenze di coaching


Descrizione:

Nella sua forma più semplice, una sessione di coaching è una conversazione, un dialogo tra istruttore e allievo; del resto tutti gli interventi di coaching dipendono interamente dalla comunicazione. In questa semplicità sono tuttavia insiti sottili livelli di interazione di cui un allievo deve essere consapevole, attento a ciò che entrambi i "versanti" della conversazione stanno effettivamente comunicando, verbalmente, visivamente o vocalmente. Il requisito primario di una conversazione di coaching efficace è l'intesa; una volta stabilita, l'istruttore si trova in una posizione migliore per scoprire i fatti, le opinioni e i sentimenti della situazione dell'allievo; determinare la situazione attuale dell'allievo è essenziale per proseguire. Inoltre, l'istruttore deve mantenere proattivamente il controllo della conversazione, ad esempio sapendo che domande rivolgere anziché fornendo le risposte.

Destinatari:

Il corso è destinato a chiunque in azienda abbia un ruolo legato al miglioramento delle prestazioni dei colleghi, nella consapevolezza che il coaching non è un'attività di tipo "top-down". In genere si fa riferimento e membri della squadra, responsabili della squadra, supervisori fino ai dirigenti e direttori generali.

Durata (ore):

5.5

Obiettivi:

Controllo della conversazione di coaching

  • identificare i vantaggi del controllo della conversazione con un allievo.
  • applicare le tecniche di intervista appropriate in un contesto di coaching dato.
  • identificare i metodi adatti per migliorare le capacità di ascolto.
  • applicare le tecniche appropriate per rallentare la conversazione in una situazione di coaching.
  • accelerare la conversazione in un contesto di coaching dato.

Affinare le competenze di coaching

  • riconoscere i vantaggi dell'affinamento delle competenze di coaching.
  • classificare esempi descritti di linguaggio del corpo.
  • interpretare il linguaggio del corpo mostrato dagli allievi come sensibile, riflessivo, difensivo o grintoso.
  • riconoscere i gesti e le espressioni di un allievo che indicano problemi non comunicati o irrisolti.
  • interpretare correttamente problemi inespressi o irrisolti con un allievo in un particolare scenario.
  • rispondere in modo appropriato agli allievi con stili di comunicazione cinestetici, visivi e uditivi.

Procedere con la sessione di coaching

  • riconoscere i benefici dell'avanzamento della sessione di coaching.
  • riconoscere esempi di suggerimenti e indizi forniti da un allievo.
  • identificare i "riquadri" fondamentali per consentire a un allievo di considerare nuove prospettive.
  • utilizzare le tecniche di brainstorming per incoraggiare un allievo a pensare alle possibilità disponibili.

Codice corso:

MGMT5284

Helpdesk

Accedi alla piattaforma di assistenza dedicata ai nostri clienti

Entra

Azienda Certificata

LA NOSTRA AZIENDA